venerdì 12 settembre 2008

Bandierina

Questa storia di Alitalia è davvero squallida: rappresenta perfettamente la situazione in cui versa la repubblica italiana.
Pseudocapitalisti
(la maggiorparte dei quali invischiati in brutte storie di malaffari) in cerca di profitti senza rischi, politici incompetenti, provinciali e senza lungimiranza, dirigenti sindacali molli, se non venduti, che giocano con il destino della gente...
Speriamo che i lavoratori dell'Alitalia, quelli veri, resistano a questo scempio: politici, imprenditori e sindacalisti devono capire che non si possono fare affari, sporchi, alle spalle dei lavoratori calpestandone i diritti.
Se deve essere fallimento, fallimento sia. Per tutti e non solo per i soliti noti...
Tanto, comunque vadano le cose, la nostra compagnia di bandiera fra 5 anni, checchè ne dicano i vecchi soloni, non esisterà più, mangiata dai colossi internazionali e dalle compagnie low-cost.

3 commenti:

fronte dello sdegno ha detto...

fallimento o cordata dei furbacchioni si è capito che dobbiamo pagare noi

RH77 ha detto...

E la cosa bella è che li chiamano pure "capitani corggiosi"... ma ci rendiamo conto? Dov'è il coraggio a comprare un'azienda pulita dai debiti (che pagheranno i cittadini), con un ridimensionamento evidente e l'intenzione esplicita di sottopagare i lavoratori? Mah!
Tutti sanno fare i capitalisti con quel coraggio...

Anonimo ha detto...

Pagheremo caro, pagheremo tutto.
www.radiopalomar.it