sabato 25 ottobre 2008

Non si potrà mai fare

Lo dicevo in un SMS ad un amico: aspettare il comizio di Veltroni ascoltando Max Pezzali e Fabrizio Moro è stata una delle cose più brutte delle mia vita.
Per fortuna a parziale rimedio c'è stato anche l'intermezzo dell'Orchestra di Piazza Vittorio.
Questa la premessa...
Ebbene si, sono stato costretto ad andare alla manifestazione del PD al Circo Massimo.
Ho ascoltato uno studentello inkazzato, un'operaia sindacalizzata "ma anche" un'imprenditrice rampante-progressista e mi sono sorbito pure l'intervento di una poliziotta sindacalista...
Per fortuna
a parziale rimedio c'è stato anche l'intermezzo di Crocetta, simbolo dell'antimafia, sindaco di Gela, gay ed ex-comunista, passato da pochi giorni al PD (e mi è venuto da piangere quando ho realizzato questo passaggio).
Poi ha parlato Lui, quello cha ha straperso le elezioni e che ha regalato Roma alla destra. Ho ascoltato le parole "Italia", "Paese", "bello", "migliore", "possiamo", "grazie", "tutti", "forze dell'ordine" centinaia di volte...
A tratti mi sono annoiato, il discorso è stato troppo lungo e privo di pathos tranne quando Water ha attaccato il modello culturale televisivo di Berlusconi che effettivamente è stato un bel passaggio.
Sul palco lo stato maggiore del PD; negli schermi sullo sfondo di Veltroni si vedeva perfettamente la sagoma di D'Alema e ho pensato che "Baffino" è intelligente anche a prendersi la posizione giusta.
Infine ho visto sventolare milioni di bandiere biancorossoverdi quando tutti insieme hanno cantato l'Inno di Mameli.
Io intanto pensavo alle bandiere rosse, a Bella Ciao, all'Internazionale e mi è venuto di nuovo da piangere.
Sono tornato a casa dopo aver spintonato tra l'enorme folla. A piedi. Ha cominciato a diluviare. E non avevo l'ombrello...
Piove governo ladro!

4 commenti:

astronik ha detto...

IO ho visto qualcosa su La7.
Da una parte il popolo del PD chiamato a raccolta per protestare contro il Governo, dall'altra, il Governo che, pare, goda del favore del 70% degli italiani. Pare, i sondaggi lasciano il tempo che trovano ma è indubbio che il decisionismo di Berlusconi e della sua cricca sta pagando. Che poi gli italiani non sanno distinguee provvedimenti validi da un mare di stronzate è un altro affare.... dovremmo ricorrere in massa alle cure di psicologi.....
Vediamo cosa produrrà il raduno di un PD sempre più diviso e che ha perso lo smalto e la verve dei giorni della costituete.....
Uagliò la prossima volta portati l'ombrello, pioverà sempre più spesso, con questo Governo.....

Anonimo ha detto...

Io ci sono andata per curiosità,per fare un'osservazione partecipante e il mio pensiero è stato:ma le bandiere rosse dove sono?A inizio corteo a piazza della repubblica si è intonata bella ciao e subito dopo l'inno di mameli, in quel momento ho avuto un momento di smarrimento lo ammetto!!

Viler ha detto...

Le piazze senza bandiere rosse, un timido stand dei verdi, una sinistra vera "sparita" e inghiottita dal PD.
Pietro, purtroppo è dura assistere a tutto cio, soprattutto quando si è udito più volte Bella Ciao..
L'uovo di gallina è realtà..
un abbraccio..

ViroCola ha detto...

@anonimo e @Viler perchè vi meravigliate che non c'erano bandiere rosse ? Ma che in America Obama mica sfila con le bandiere rosse....
:-D