mercoledì 18 aprile 2007

Il moralizzatore

Nella mia vita ho sempre odiato visceralmente quei giornaletti scandalistici di cronaca rosa e, inoltre, ho sempre considerato il diritto alla privacy un valore prezioso, la cui violabilità è una delle cose più odiose che possa esistere.
Questa la premessa necessaria.
Nello stesso tempo le foto di Berlusconi ritratto in dolce compagnia di 5 donne, durante le vacanze pasquali, nella sua lussuriosa villa di Sardegna non possono che suscitare anche in me un certo scalpore e un certo senso di fastidio.
Berlusconi è libero di stare con chi vuole e non bisogna condannarlo certo per questo, però un uomo politico, un uomo che riveste un importantissimo ruolo pubblico deve condurre, per quanto possibile, una vita moralmente ineccepibile e soprattutto coerente con i propri principi. Berlusconi ha una moglie, ha dei figli, ha una famiglia, non può permettersi pubblicamente di sollazzarsi con facili donne.
E i discorsi sulla sacralità cristiana della famiglia tanto sbandierata a destra? Vanno bene solo quando bisogna attaccare le coppie omosessuali e negare diritti?
E quelle ragazze poi? Che opinione hanno di se stesse? Il senso del pudore che fine ha fatto?
Una di loro si è giustificata dicendo di far parte di un gruppo di collaboratrici di Forza Italia invitate in un giorno di festa.
Collaboratrici di Forza Italia?! Ma possibile che nel Paese di Gramsci, Matteotti, Don Sturzo, De Gasperi, Togliatti, Aldo Moro, Berlinguer esista un partito come Forza Italia?
Siamo caduti in basso, molto in basso...

1 commento:

astronik ha detto...

Mah.....neanche a me piace occuparmi di gossip, mostro una pietà infinità per quelle ragazze che desiderose di emergere non esitano a vendere il proprio corpo.
Viviamo in un'epoca in cui la moralità non è più una virtù.... E non c'è modo di porre un argine a tutto ciò.
La vicenda di cui parli potrebbe essere una messa in scena per dare visibilità a qualcuna di quelle sventurate......