venerdì 30 novembre 2007

I segreti di Parigi

Ho finito di leggere, dopo un pò di tempo, I segreti di Parigi del grande Corrado Augias.
Essendo il libro diviso in tanti capitoli indipendenti fra loro, la lettura può essere anche saltuaria senza che però si perda il senso generale del testo: così è stato...
Per chi ama Parigi e la cultura francese, la Storia, l'arte, il teatro, la letteratura, i musei... per chi ama gli aneddoti, le curiosità, i misteri che spesso si celano dietro i grandi eventi... per chi ama uno stile di scrittura asciutto, logico e minuzioso... per chi ha la tensione ad andare oltre le apparenze delle cose... per chi l'evasione risiede a volte nella Cultura... insomma, per tutti questi, è un libro imperdibile.
Non l'ho perso.

7 commenti:

Nathan 2000 ha detto...

Grazie RH77. Correrò subito a comprarlo. Una buona lettura è sempre bene accetta.... e il passaparola è buona cosa.

Pino Suriano ha detto...

Grande Corrado Augias??? E per cosa??? Proprio tu...che ami il pensiero forte e le idee chiare.... ti metti a vantare quelli che prima di parlare dicono sempre "è solo la mia opinione".... Eppure pretendono che sia scientifica solo perchè argomentata da chissà quale citazione. Augias è uno dei segni più gravi di quel degrado culturale italiano che vediamo in giro... Se la trovo ti mando una lettera che gli scritti su Repubblica... e soprattutto la risposta del ca... che mi diede.

RH77 ha detto...

Credo che il tuo giudizio sia severo e ingiusto...
Augias mi sembra una persona perbene oltre che un grande giornalista.

Anonimo ha detto...

"Augias mi sembra una persona perbene oltre che un grande giornalista"...sarebbe meglio argomentare le proprie opinioni, fornendo ragioni, piuttosto che parlare sempre come l'oracolo della VERITA', della SAGGEZZA, della CONOSCENZA...da dove ti derivi tutto cio' non e' dato sapere...

Ciao

Nicola

RH77 ha detto...

Non capisco questa astiosa polemica...

Prima di tutto ho preceduto la mia affermazione con un "mi sembra"...

In secondo luogo "persona perbene" è un giudizio morale personale e istintivo, a pelle... ognuno ha il suo... è un uomo colto, di garbo, educato, pacato... mi ispira fiducia se lo confronto con il trash che c'è in giro... cosa devo argomentare?

Infine sul "grande giornalista" (e scrittore aggiungo) parlerebbero il numero di copie vendute dei suoi libri, il giudizio in genere positivo di tutta la critica televisiva, l'esperienza decennale nel mondo dell'informazione...
Le onorificenze di Grande Ufficiale Ordine al Merito della Repubblica Italiana, Cavaliere di Gran Croce Ordine al merito della Repubblica Italiana, Cavaliere della Legion d'Onore della Repubblica Francese, credo possano bastare ad un giornalista per definirlo "grande" come ho fatto... forse non sono il solo e, mi sa, nemmeno in cattiva compagnia...

Le credevo cose scontate nella discussione e non le ho "argomentate"...

Poi ognuno ha il suo giudizio come pino suriano, lo rispetto ma non lo condivido.

Nicola Monteleone ha detto...

Corrado Augias è un grande uomo di cultura, dibattere su questo mi sembra assurdo!

Nathan 2000 ha detto...

Mi intrometto nella disputa soltanto per aggiungere che, tra tanti cialtroni che intasano il mondo televisivo e dell'informazione scritta.... beh, Augias, pur con i suoi difetti (che tutti abbiamo in dotazione), è la persona meno indicata contro la quale scagliarsi.
Buona giornata a tutti!